Applicazione a Pistola Elettrostatica

 

Rivestimenti a pistola elettrostatica con polveri termoplastiche o termoindurenti, per geometrie particolari e spessori sottili

Cos’è l’applicazione di polveri a pistola elettrostatica

La tecnologia di applicazione dei rivestimenti a polvere tramite pistola elettrostatica viene impiegata sia con il Rilsan e le altre polveri termoplastiche che per le verniciature con polveri termoindurenti. Fra le sue caratteristiche spiccano la rapidità, la qualità estetica della finitura, e la possibilità di effettuare il trattamento su manufatti particolarmente sottili o sensibili alla deformazione termica. Oltre a ciò, si distingue per la possibilità di depositare rivestimenti di spessore molto ridotto.

Come funziona l’applicazione a pistola elettrostatica

Nel sistema di rivestimento o di verniciatura a polvere con pistola elettrostatica, la deposizione iniziale può avvenire sia a pezzo freddo che a pezzo caldo; il manufatto deve invece essere stato lavato ed eventualmente trattato con un apposito Primer, e quindi caricato elettricamente. La pistola elettrostatica carica a sua volta della polarità opposta le particelle di polvere, e le applica con un soffio d’aria sul manufatto, alla cui superficie la polvere aderisce per effetto del campo elettrostatico. 

A questo punto, il manufatto viene sottoposto ad un passaggio in forno così da causare la fusione o la reticolazione della polvere applicata, a seconda che si tratti di una polvere termoplastica come il Rilsan oppure di una polvere termoindurente. Questo porta alla formazione di uno strato plastico uniforme e solidale al pezzo. Dopo essersi raffreddato, il manufatto è pronto all’utilizzo.

Perché si impiega l’applicazione a pistola elettrostatica

La tecnologia a pistola elettrostatica per i rivestimenti con polveri termoindurenti e termoplastiche offre prestazioni vantaggiose per diversi tipi di applicazione, con un’ottima qualità dei pezzi finiti. Fra i tratti caratteristici del rivestimento a povere con pistola elettrostatica dei manufatti metallici indichiamo:

  • Un eccellente controllo dello spessore dello strato plastico depositato;
  • La semplicità di recupero della polvere spruzzata in eccesso, così da ridurre al minimo lo spreco dei materiali; 
  • La maggiore rapidità di post-fusione, grazie all’impiego di temperature più basse rispetto alla tecnologia a letto fluido;
  • L’applicabilità a manufatti con geometrie sottili, o realizzati in metalli che non possono essere sottoposti a riscaldamento eccessivo;
  • La possibilità di automatizzare interamente il processo;
  • La possibilità di realizzare rivestimenti in due colori, o parziali.

In quali settori si usa l’applicazione a pistola elettrostatica

L’applicazione con pistola elettrostatica dei rivestimenti a polvere termoplastica o termoindurente è particolarmente indicata nei campi in cui si richiede uno spessore molto contenuto del rivestimento plastico; fra i settori che maggiormente la richiedono abbiamo sicuramente quello delle carrozzerie, dell’edilizia, e dell’arredamento.

Contattateci oggi stesso per chiarimenti, informazioni, o un preventivo per il rivestimento a polvere con pistola elettrostatica dei vostri manufatti metallici.